Mario Dainese - Piedimonte Matese (Ce)

Notte calma e silente.

Limpido cielo stellato.

Caldo chiaror di luna piena. 

Inebrianti fragranze di giovane fieno,

vive ginestre e freschi limoni.

Roride gocciole di luccicante rugiada.

Intrecci giocosi di timide lucciole.

Voci sincere di grilli felici.

Si, ci sei anche tu,

nascosto tra le fronde tranquille pel sonno di vento

di quel fiorito ramo di olmo,

dolce usignolo,

che dipingi con gioia

il tuo tenero canto...

Quale religiosa ed equilibrata armonia…

Spettator raro e felice, io,

nel penetrar la vivida essenza

dei colori, note e profumi

di questa scena notturna,

a primavera inoltrata,

di semplice vita rurale.

Spettator infelice, io,

nel viver rassegno e melanconico

la squallida e amara umana certezza

di spartir soltanto con te

e mai più con il cuore di alcuno,

mia amica tristezza,

i preziosi e non comuni ricami

di questo tenue ma intenso acquerello.